Cinque anni di storia con Bonzi Buddy

e vabbe'..lasciate ogni speranza voi che entrate

armatevi di coraggio e sfogliate il blog

computer-immagine-animata-0026

QR Code di questo blog

Generatore di codici QR

Instagram

Instagram

Il mio profilo in Linkedin Carlo Bonzi

Spread in tempo reale..ammazzate se e' schifa

cercami in Linkedin

Veni, Vidi, WC.

In classifica

Riconoscimento

Riconoscimento

Sto rilevando il tuo IP e non dirlo a nessuno.

Sign by Danasoft - For Backgrounds and Layouts

Il post e' scritto in Togolese ma tu prova a cambiare lingua.

E' l'ora della distensione ..leggi il post

Questo e' il mio motore di ricerca, scrivi una parola e clicca sul cerca

sabato 15 settembre 2012

Teleminchiates

teleminchiates.jpg
Ho come la sensazione che i neuroni pian pianino mi si addormentino sempre ammesso di averne conservato qualcuno e i pochi rimasti sembra che si facciano una pennichella mentale postprandiale. E allora di tanto tanto lo uso come terapia. Mi metto li’ e mentre smonto lo Swatch di Lella che nn vuol saperne del cambio pila..e’ incredibile con tutte le pile che compro non cuccare quella giusta, una e’ grossa l’altra e’ piccola ed inoltre ste chiusure a tre punte fanno incazzare..dicevo che la terapia e’ quella di zappingare e capitare sui serial televisivi, mi guardo la 2.500sima puntatina del millevetrine che si attua nel Canavese zona natia di Lella. Di quelli quotidiani che tutti vedono e nessuno lo ammette salvo poi saper ogni minimo intreccio quando la chiacchiera finisce sull’argomento. Il serial tv e’ benefico ed e’ sempre meglio che un calcio nelle palle. Intanto da’ lavoro ad un sacco di gente, poi dura poco, massimo 10 minuti escluse tre sigle, 2 blocchi pubblicitari e una gioiosa telepromozione di casseruole e materassi Mastrotali, e soprattutto e’ l’unica cosa della vita che non richiede sforzo mentale. L’approccio alla telenovela e’ sempre vincente. Non importa che tu sia una testa di cazzo e che il prodotto interno lordo della tua scatolina cranica sia molto basso e lo Spread molto alto. Tanto c’e’ poco da capire. Li’ il cattivo e’ cattivo, non puoi confonderti come ti succede nella realta’, il buono sempre fesso e i malati guariscono di sicuro. Ma che figata. La telenovela e’ una delle medicine migliori ad affetto placebo con benessere immediato. In piu’ se per caso cade la pila che stavi cercando di inserire e ti perdi una battuta puoi rilassarti, tanto il concetto te lo ripeteranno per minimo altre 12 puntate. E mai che un personaggio se ne accorga e dica …Siii, lo so, non sono mica un pirla! Dal 1456° episodio a oggi me l’avrai detto almeno 27 volte. Il mondo dello sceneggiato e’ un mondo bislacco, irreale. Le mogli cucinano in tailleur tacco 12, i mariti dormono sempre nudi e non hanno mai la lombosciatalgia, e le fidanzate si svegliano gia’ truccate e tali rimangono anche se hanno un incidente gravissimo. Stanno in rianimazione ma sempre con un filo di ombretto sugli occhi. Poi in Beautiful, per esempio, nessuno va mai al cesso. Ridge son 14 anni che non piscia. Eppure sta benissimo.

Anche in fatto d’amore e sentimenti tutto e’ molto piu’ rassicurante che nella realta’. Basta fare come loro. Tenere la patta aperta 24 ore su 24. Metti che ti molli la fidanzata, puoi sempre farti sua madre o suo padre secondo le tendenze che hai o se hai del fegato pure sua nonna e la cagnetta della vicina. Ma c’e’ un momento in cui devi drizzare le orecchie e stare all’erta. Quando qualcuno pronuncia la frase..Amore, vedrai che andra’ tutto benissimo... Li’ tocca smettere di masturbare lo Swatch, posare il monocolo vicino alla tazza del caffelatte con crusca cagatoria e aspettarsi il peggio. Una burrasca rovescera’ il panfilo, il protagonista per lo stress perdera’ la memoria e la sua amante, trasportata da una tromba d’aria, finira’ nel letto dell’odiato rivale.. ohhhhhh che goduria ste Teleminchiates.. (lo Swatch lo buttiamo assieme alla pila ma nella differenziata neh)…
teleminchiates2.jpg

Nessun commento: