Un lustro di storia con Bonzi Buddy

I love this version, it's so quiet, beautiful and relaxing

e ora dopo il relax..lasciate ogni speranza voi che entrate

armatevi di coraggio e sfogliate il blog

computer-immagine-animata-0026

QR Code di questo blog

Generatore di codici QR

Instagram

Instagram

Il mio profilo in Linkedin Carlo Bonzi

Spread in tempo reale..ammazzate se e' schifa

cercami in Linkedin

Veni, Vidi, WC.

In classifica

Riconoscimento

Riconoscimento

Sto rilevando il tuo IP e non dirlo a nessuno.

Sign by Danasoft - For Backgrounds and Layouts

Il post e' scritto in Togolese ma tu prova a cambiare lingua.

E' l'ora della distensione ..leggi il post

Questo e' il mio motore di ricerca, scrivi una parola e clicca sul cerca

venerdì 27 aprile 2018

Docenti serpenti.


Di questi tempi si parla molto di alunni impestati diversmente disciplinati ma se osserviamo la scena dalle due parti sentendo l'altra campana. la situazione potrebbe decisamente cambiare aspetto. Nel nostro trascorso, son convinto che tutti quanti noi abbiamo avuto un proff decisamente pirla del tipo padre padrone, quelli che sanno tutto e ti rovinano il percorso d'istruzione facendoti odiare la scuola e quindi val la pena di raccontare lo scontro tra un docente sapone e uno studente che non si e' sottomesso alla saponita' del tiranno. (ndr..scusate il togolese, per sapone intendo uno che sa' molto).
Il post inizia a scuola, nel corso di una pausa pranzo, con il professore di cui sopra che con il vassoio in mano si siede in un tavolo, e poco dopo giunge uno studente che si siede di fronte a lui.
L’insegnante e' perplesso e anche un poco incazzato opps.. adirato, perche' il tavolo era suo.. perche' il ragazzo si e' seduto proprio di fronte a lui?
Proprio perche' il prof non capisce la scelta del ragazzo, gli fa un sorriso beffardo, mette in mostra il lavoro del suo dentista e gli dice: “Gli uccelli e i maiali non pranzano insieme!”.
A quel punto il ragazzo rispose prontamente:
Oh chiedo scusa, volo via” .
Cosi' si alzo' e se ne ando' a sedere in un altro posto.
Al professore la bile ruoto' come sul calcinculo dell'Agora' in quanto la risposta del ragazzo non era proprio per niente piaciuta.
Proprio perche' la risposta del ragazzo lo aveva infastidito, il professore, che fa lezione nella classe di quel ragazzo, decide di interrogare proprio quest’ultimo.
Il ragazzo era preparatissimo e rispose con precisione a tutte le domande del professore, comprese quelle fatte di proposito per metterlo in difficolta'.
Non soddisfatto, il professore decide di porgli un piccolo quesito: “Se per strada trovi due borse, una con le banconote e l’altra con l’intelligenza, e puoi sceglierne solo una, quale decidi di prendere?”
E il ragazzo convintamente: “La borsa piena di soldi”.
Il professore: “Mmmh… Fossi stato in te avrei detto quella con l’intelligenza!”
E il ragazzo risponde: “Be' sa professore, di solito la gente prende quello che ancora non possiede…”
e zittisce un’altra volta il professore.
Il ragazzo, terminata l’interrogazione, sta per andare a posto, ma il professore su tutte le furie scrive per ripicca qualcosa nello spazio delle note, rivolta proprio al ragazzo: “Imbecille!” tutto maiuscolo.
Visto quello che aveva scritto il professore, il ragazzo rivolto nuovamente al professore ribatte: “Professore, ho appena visto che ha messo la sua firma, ma si e' dimenticato di mettermi una nota!”..
Certo e' che esiste una lotta generazionale e non me ne voglia mia sorella che in qualita' di proff.preside avrebbe qualcosa da dirmi sull'esposizione e la scelta dei verbi passato presente e congiuntivi disgiuntivi che ho usato..ma davvero esistono sti tipi di proff strafottenti pseudoinsegnanti e meno male che esistono anche allievi che non te la mandano a dire e ovviamente tralascio quelli che vanno di coltello, me compreso che alle medie mi son cuccato tre giorni di sospensione e questa ve la raccontero' in un futuro post e comunque sono dell'opinione che un buon cinque dato nel momento giusto possa servire e non mi riferisco al voto e questo vale per tutte due le parti.


Nessun commento: