Un lustro di storia con Bonzi Buddy

Siate buoni e tornate bambini..

non avete voglia di cantare? Allora lasciate ogni speranza voi che entrate

armatevi di coraggio e sfogliate il blog

computer-immagine-animata-0026

QR Code di questo blog

Generatore di codici QR

Instagram

Instagram

Il mio profilo in Linkedin Carlo Bonzi

Spread in tempo reale..ammazzate se e' schifa

cercami in Linkedin

Veni, Vidi, WC.

In classifica

Riconoscimento

Riconoscimento

Sto rilevando il tuo IP e non dirlo a nessuno.

Sign by Danasoft - For Backgrounds and Layouts

Il post e' scritto in Togolese ma tu prova a cambiare lingua.

E' l'ora della distensione ..leggi il post

Questo e' il mio motore di ricerca, scrivi una parola e clicca sul cerca

venerdì 31 marzo 2017

FatBike

Andando alla Mandria di Venaria si possono fare incontri interessanti..oltre agli animali vari tipo cinghiali, volpi e coniglietti ci sono anche o fatbikeisti ovvero i mountainbikeisti con le ruote larghe..
Ma cosa sono esattamente queste bici o Fatbike? Come nascono e a cosa servono? Per chi sono indicate (a parte noi diversamente lavoratori dipendenti INPS INPDAT) e quali sono le caratteristiche? E mo' vi dico, intanto questa e' la Fat Bike appoggiata ad un rigoglioso rovere, emblema del cimitero della Reggia di Venaria (attenti agli accenti).


Mi spiace per le piante secche ma ormai La Mandria e' ridotta ad un cumulo di residuato legnoso da ardere. Tornando alla Fatbike che e' l'evoluzione diretta della Mtb ed ha ruote che montano pneus mooolto larghi oltre i 44 mm. Il termine Fat che in inglese significa grasso e che ovviamente non e' riferito al bicicle ma ai suoi copertoni.


Belle ruotone vero? Le sezioni son talmente grandi da ingrandire il diametro sui 29” che ricordano i tempi quando si mettevano assieme due cerchi da 26” limando il bordo degli stessi per poterli utilizzare anche sulla neve o nei pantanio o nella cittadina Borgarese con buche tipo groviera.




Con la Fatbike puoi andare dove le Mtb non riescono arrivare in quanto la sezione allargata consente un'aderenza assoluta mentre la bassa pressione di gonfiaggio che al max arriva a 1.0Bar con minimo di 0,5 (io normalmente gonfio la mia Mtb a 4Bar) permette di galleggiare su neve, fango e sabbia o di percorrere sconnessi tipo greti dei fiumi, traversine dei binari e come detto prima..vie Borgaresi.

 


quindi e' adatta a chi ama l'estremo anche se alcuni globetrotters fatbikkisti aggiungono i classici bagagli davanti e dietro e girano il mondo sino a Casalbordino Lido.


Possiamo quindi considerare che se anche la visione della bici Fat da' l'impressione di pesante, agli effetti non lo e'..innanzitutto partiamo dal fatto che non esiste camera d'aria (se bucate dovrete avere una bomboletta di lattice come fa Tuccio sulla sua VW in cermania tetteska), inoltre la sezione allargata degli pneus garantisce un effetto ammortizzante che consente di risparmiare in questo modo sul peso di sospensioni davanti e retro ed inoltre le ultime Fat costruite in carbonio hanno un peso attorno ai 10 kg se non meno...e ricordate che meno pessano piu' costano.




di contro abbiamo che l'alta aderenza delle ruote che permette un controllo assoluto del mezzo significa un maggior attrito e quindi una maggior forza da sparare sui pedali per muovere la bici e pertanto la Fat non si addice a gare di velocita'.
Del resto hanno cominciato a modificarle con ammortizzatori e pedalata assistita (per la gioia di Franco che odia le salite) tanto per compensare i Watt rubati dall'attrito dei copertoni e per chiudere l'argomento FatBike evidenzio che i principali produttori sono Surley e 45NRTH e a ruota abbiamo la Schalbe e la Kenda che stanno abbattendo i costi da 3.000 a 800 eurini e mi domando se val la pena dotarsi di lattice antiforatura, copertoni da auto per andare nei fiumi.. la mia Mtb va' benissimo e basta cambiare perni e mozzi raddrizzare ruote e telaio nel garage di Franchino e poi vuoi mettere una bella impantanata nella sghinga provocata da cinghiali notturni affamati mista ad acqua celestiale mentre vai sul tavolaccio a prendere il sole o un tuffo nel fiumiciattolo o un atterraggio in mezzo a rovi?


                      
  e questa e' per l'uomo che non deve chiedere mai..

Nessun commento: